News Servizio Civile Volontariato

Progetti di Servizio Civile Nazionale e Regionale dalla Fondazione di Partecipazione San Gaetano onlus

La Fondazione di Partecipazione San Gaetano Onlus è una realtà educativo–riabilitativa accreditata che opera nel sistema regionale integrato dei servizi alla persona nell’ambito della prevenzione cura e riabilitazione di persone con problemi di dipendenza da alcol o da sostanze e di disagio giovanile.

In risposta al Bando Nazionale per il Servizio Civile che uscirà intorno alla metà di luglio 2018, la Fondazione ha presentato due progetti: “WE FEEL” e “Trame di vita: narrarsi per riscoprire se stessi”, che sono stati entrambi approvati.

Per il progetto “WE FEEL” la Fondazione sta selezionando 5 candidati da inserire per un anno presso i Centri di Ascolto presenti nelle singole strutture della Fondazione.
I requisiti richiesti sono:

  • Età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti.
  • Titoli di studio in ambito sociale: Laurea in Scienze dell’Educazione, della Formazione, Psicologia, Lauree Umanistiche e Giuridiche;
  • Diplomi attinenti al settore (Diploma di Operatore Socio Sanitario, Tecnico dei Servizi Sociali o di Operatore di Comunità Terapeutica).

Attraverso la partecipazione dei volontari, il progetto “WE FEEL” si propone di attivare Centri di Ascolto Territoriali nella provincia di Vicenza e di Padova, per prevenire e per rispondere a quelle situazioni di disagio connesse al fenomeno delle “nuove povertà”, in alcuni casi non ancora totalmente espresse, talora generate da nuove forme di dipendenza patologica (Gioco d’Azzardo Patologico,  Dipendenza da Internet, ecc.). In particolare il progetto si concentra sulla realizzazione di percorsi di educazione dei soggetti in situazione di disagio più o meno grave, a breve o a lungo termine e si declina attraverso i seguenti obiettivi:

  • Ascoltare e supportare la persona in difficoltà.
  • Promuovere l’autonomia del singolo.
  • Accompagnare la persona verso l’inserimento lavorativo attraverso percorsi di Politiche Attive.
  • Orientare i soggetti senza casa attraverso l’accompagnamento verso soluzioni alloggiative.

Per il progetto “Trame di vita: narrarsi per riscoprire se stessi” la Fondazione sta selezionando 25 candidati da inserire per un anno presso le sedi della Fondazione.
I requisiti richiesti sono:

  • Età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti.
  • Titoli di studio in ambito sociale: Laurea in Scienze dell’Educazione, della Formazione, Psicologia, Lauree Umanistiche e Giuridiche;
  • Diplomi attinenti al settore (Diploma di Operatore Socio Sanitario, Tecnico dei Servizi Sociali o di Operatore di Comunità Terapeutica).

Attraverso la partecipazione dei volontari, il progetto: “Trame di vita: narrarsi per riscoprire se stessi” si propone di introdurre percorsi espressivi a carattere narrativo-simbolico mediante l’uso di supporti multimediali. La narrazione, che il progetto intende utilizzare in alcune sue attività, infatti, assume una valenza educativa e formativa, sia come mezzo di comunicazione delle esperienze, sia come strumento di riflessione per la costruzione di nuovi  significati. Inparticolare il progetto:

  • in riferimento all’utenza adulta con problematiche di dipendenza patologica, si propone di promuovere attività culturali, creative ed espressive quali ad esempio video-racconti e mostre. Oltre a questi percorsi sarà dato spazio a percorsi incentrati su salute, benessere e sport, in quanto la possibilità di raccontarsi e di fare una nuova esperienza di sé passa anche attraverso i piccoli gesti della cura quotidiana.
  • In riferimento all’utenza dei minori, si propone di promuovere salute, benessere, sport e creatività mediante la realizzazione di attività sotto la supervisione di una équipe esperta in ambito educativo. Il tutto avverrà in un contesto accogliente e positivo, in cui sperimentarsi come soggetti attivi a livello sia personale che relazionale. Oltre a ciò sarà messa in atto una metodologia operativa in grado sia di prevenire che di contrastare fenomeni come la dispersione e l’abbandono scolastico, sia di favorire l’inclusione dei minori stranieri non accompagnati (MSNA).

È previsto per i volontari un compenso mensile da parte del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.
I volontari saranno affiancati da personale esperto, professionale e formato in tutto il progetto ed, in particolare, nelle prime fasi del loro percorso di formazione e d’inserimento all’interno delle strutture della Fondazione. Per quanto possibile, i volontari saranno coinvolti nei processi di organizzazione e gestione delle attività, questo per promuovere le loro competenze organizzative e gestionali e rendere più attiva la loro partecipazione in tutte le fasi di erogazione del Servizio.

In risposta al Bando per il Servizio Civile Regionale, che uscirà presumibilmente a luglio 2018, la Fondazione ha presentato il progetto: “Un Lavoro che Ri-Crea”, che è stato approvato.
Per il progetto “Un Lavoro che Ri-Crea” la Fondazione sta selezionando 3 candidati da inserire per un anno presso le strutture della Fondazione.
I requisiti richiesti sono:

  • Età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti.
  • Titoli di studio in ambito sociale: Laurea in Scienze dell’Educazione, della Formazione, Psicologia, Lauree Umanistiche e Giuridiche;
  • Diplomi attinenti al settore (Diploma di Operatore Socio Sanitario, Tecnico dei Servizi Sociali o di Operatore di Comunità Terapeutica).

Attraverso la partecipazione dei volontari, il progetto: “Un Lavoro che Ri-Crea” intende migliorare la qualità di alcuni servizi alla persona connessi al trattamento delle tossicodipendenze e al disagio giovanile favorendo i processi di emancipazione dalle sostanze, autonomia e autodeterminazione con l’utilizzo del lavoro, inteso come uno strumento per la progettualità futura. Il progetto ha lo scopo di:

  • Pianificare e implementare azioni volte all’inserimento lavorativo;
  • Ampliare le forme e gli strumenti di partecipazione attiva alla quotidianità e alla vita sociale;
  • Incrementare e sviluppare delle competenze di base e trasversali dei soggetti a rischio.

È previsto per i volontari un compenso mensile da parte della Regione Veneto.

N.B. Chi ha già partecipato a progetti di Servizio Civile Nazionale può candidarsi anche al Bando di Servizio Civile Regionale.
La domanda di partecipazione dovrà pervenire presso la sede legale di Via Battaglione Monte Berico n°18 – 36100 a Vicenza, al momento il Bando non è ancora uscito e si prevede che esca tra luglio e settembre.
Per conoscerci meglio ti invitiamo a visitare il nostro sito: www.fondazionesangaetano.it.

Progetti Servizio Civile Nazionale

Progetti Servizio Civile Regionale

Contatti

Ufficio Segreteria Generale – Coordinamento Servizio Civile – Progetti Speciali
Via Battaglione Monte Berico, 18 – 36100 Vicenza
Tel. +39 0444 542541 interno 3 – Fax +39 0444  96 19 27
Mail: segreteria@fondazionesangaetano.it

Su l'autore

Alessandro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.