News Tempo libero

Integrazione dei migranti: toolkit per usare al meglio i fondi UE

La Commissione ha pubblicato ieri un vademecum per aiutare le autorità nazionali e regionali a definire strategie e progetti di integrazione dei migranti e a individuare le risorse UE disponibili. L’obiettivo del vademecum è contribuire, ancora nell’attuale periodo di bilancio 2014-2020, a definire strategie locali di integrazione sostenute da risorse UE utilizzate in sinergia. Il vademecum individua cinque priorità per strategie di integrazione a lungo termine globali ed efficienti: accoglienza, istruzione, occupazione, alloggio e accesso ai servizi pubblici. Elenca le sfide più urgenti nell’ambito di queste cinque priorità e suggerisce misure di sostegno adeguate, ciascuna abbinata al corretto fondo UE.

Ad esempio, nel settore dell’istruzione si possono usare congiuntamente diversi fondi dell’UE per rendere le scuole più inclusive e non segregate. Per rendere le strutture più moderne e accessibili si può fare ricorso al Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). Il Fondo sociale europeo (FSE) e il Fondo Asilo, migrazione e integrazione possono sostenere la formazione specifica degli educatori per aiutarli a far fronte all’abbandono scolastico, mentre il Fondo di aiuti europei agli indigenti può fornire assistenza materiale agli studenti in stato di bisogno.

Gli Stati membri e le regioni dispongono di un’ampia gamma di strumenti di finanziamento UE a sostegno dei diversi tipi di progetti in materia di integrazione: dall’offerta di corsi di lingua e di assistenza sanitaria all’arrivo al sostegno per trovare un lavoro, una casa in cui vivere e un posto nella società. Ciò include i finanziamenti nell’ambito dei Fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE), del Fondo Asilo, migrazione e integrazione ( AMIF) e del Fondo di aiuti europei agli indigenti ( FEAD).

Per ulteriori informazioni: http://europa.eu/rapid/press-release_IP-18-364_it.htm

Su l'autore

Lara Lupato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.