Formazione Imprenditoria Lavoro News

Culturability – Rigenerare spazi da condividere

La Fondazione Unipolis lancia il bando nazionale “Culturability – rigenerare spazi da condividere” per sostenere progetti innovativi in ambito culturale e creativo ad alto impatto sociale, che recuperano e danno nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità economica, occupazione giovanile sono gli ingredienti che si cercano per riempire di creatività questi vuoti e restituirli alle comunità.

Candidati ammissibili:
– organizzazioni non profit, imprese cooperative e private che operano in campo culturale ricercando un impatto sociale, con sede in Italia e un organo di gestione composto prevalentemente da giovani under 35;
– team informali composti prevalentemente da giovani under 35;
– reti di partenariato fra organizzazioni.

Fondazione Unipolis mette a disposizione risorse per complessivi 400.000 euro, articolate in contributi di natura economica per lo sviluppo dei progetti selezionati, erogazione di servizi di formazione e accompagnamento per l’empowerment dei team proponenti, rimborsi spese per partecipare alle attività di supporto.

Tra le proposte pervenute e valutate ammissibili, saranno selezionati 15 progetti che beneficeranno di una prima fase di attività di formazione, incontri e mentoring. A seguito della presentazione di un ulteriore e più completo dossier, fra questi verranno selezionati 5 progetti, che beneficeranno di un ulteriore percorso di accompagnamento individuale e di un contributo economico a fondo perduto di 50.000 euro ciascuno, per implementare le attività proposte per lo sviluppo del progetto. Altri 150.000 euro saranno utilizzati per realizzare le attività di formazione e i percorsi di accompagnamento individuale; garantire i rimborsi spese ai partecipanti per prendere parte alle attività di supporto.

Scadenza: 13 Aprile 2017.

Per ulteriori informazioni: https://bando2017.culturability.org/

Su l'autore

Lara

Lascia un commento